Dona ora

10/06/2024

È operativa la seconda Tomotherapy all’Istituto di Candiolo – IRCCS

Link copiato

È entrata in funzione la seconda Tomotherapy di ultima generazione, arrivata all’Istituto di Candiolo – IRCCS il mese scorso grazie alla generosità dei sostenitori della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro. Con questo macchinario, del valore di circa 3 milioni di euro, Candiolo è tra i pochissimi centri oncologici italiani a dotarsi così di due Tomotherapy all’avanguardia, che consentiranno di curare un numero ancora maggiore di pazienti con la massima precisione e i migliori risultati possibili.

Grazie al primo macchinario, entrato in funzione nel 2023, la Radioterapia dell’Istituto di Candiolo è riuscita a trattare circa 35 pazienti al giorno, e oltre quattrocento nuovi pazienti ogni anno. L’arrivo della seconda Tomotherapy rappresenta un importante passo avanti nella cura del cancro: grazie ai due nuovi macchinari i cicli di terapia, più efficienti ed efficaci, saranno più veloci del 20-25%, per una durata media di circa 30 minuti.

Grazie alla tecnologia avanzata, basata sulla IGRT (terapia radiante guidata dalle immagini) e sulla cosiddetta Adaptive Radiotherapy, le due Tomotherapy permettono di seguire il movimento della lesione neoplastica da trattare e di tener conto delle variabili anatomiche e fisiologiche che si verificano durante il trattamento radiante, di conseguenza è in grado di erogare il trattamento con estrema precisione, risparmiando al massimo i tessuti sani circostanti. Una terapia radiante sempre più personalizzata che è particolarmente efficace per il trattamento di tumori in aree delicate, come testa-collo, polmone e prostata, o di sarcomi degli arti e tumori a ridosso di organi critici come ad es. il midollo spinale.

Grazie a tutti voi per il prezioso sostegno: la lotta contro il cancro non si ferma mai.